6 consigli per la potatura perfetta

6 consigli per la potatura perfetta

Dovete potare i vostri alberi? Allora questa è la stagione perfetta per farlo. Che dobbiate dedicarvi alla potatura annuale dei vostri alberi da frutto o alla potatura ringiovanente di un albero in là con gli anni, abbiamo in serbo per voi alcuni consigli utili che vi permetteranno di eseguire una potatura eccellente:


1.) Qual è il momento migliore per la potatura?

Sicuramente l’inverno, più precisamente il periodo tra ottobre e marzo. In generale, è preferibile potare un albero quando esso non ha più foglie, che donano alla pianta le loro sostanze nutritive, riempiendola di energia. Per questo motivo si consiglia di aspettare che le foglie cadano del tutto, così l’albero avrà energia sufficiente per affrontare sia l’inverno che la potatura. Inoltre, se i rami sono spogli, potrete distinguere meglio le parti da tagliare e potare l’albero con maggiore precisione. Potate l’albero dopo che ha perso le sue foglie e prima che germogli nuovamente, per non danneggiare i fiori nuovi. Inoltre, vi raccomandiamo di eseguire la potatura a una temperatura superiore ai 5°C, poiché il gelo potrebbe danneggiare i rami dell’albero.


2.) Quali rami tagliare

Ora vi trovate davanti al vostro albero spoglio e dovete tagliarne i rami, ma non sapete da dove iniziare? Per prima cosa dovete decidere quali rami tagliare: meglio quelli orizzontali o quelli verticali? Questo dipende dal vostro obiettivo. I rami orizzontali crescono più lentamente ma portano più frutti, mentre i rami verticali crescono più velocemente, ma sono meno rigogliosi. Quindi, qualora foste intenzionati ad ottenere un raccolto più copioso vi consigliamo di potare principalmente i rami verticali. Potate invece tutti i rami che crescono in direzioni innaturali o troppo vicini ad altri rami, e rimuovete i frutti marci e le foglie vecchie ancora attaccate all’albero.


3.) Come tagliare i rami

Tagliate sempre i rami il più vicino possibile al ramo principale o al tronco. In questo modo eviterete che sull’albero nascano nuovi germogli da vecchi ceppi. Fate attenzione a non strappare la corteccia, cosa che può capitare soprattutto quando si potano i rami più grossi e robusti. Per evitare di danneggiare la corteccia, prima di tagliare il ramo assottigliatelo segandolo leggermente nella parte antistante.


4.) Quanto devo tagliare?

Quanto tagliare i rami dipende dall’albero e dalle intenzioni personali: se desiderate un raccolto più copioso, non vi conviene tagliare troppo. Se invece volete che il legno ricresca più sano, allora potete potare un po’ di più.


5.) Come dare una forma all‘albero

Per prima cosa dovete decidere quale forma volete dare all’albero: prendete spunti da internet o farvi ispirare dai vicini! Successivamente, disegnate la forma attuale dell’albero e sopra di essa abbozzate la forma da voi desiderata, per vedere se essa è effettivamente realizzabile e quali parti dell’albero devono essere potate per crearla. Ora mettete in evidenza i rami da tagliare servendovi di un nastro, di gesso o di mollette e successivamente potate queste parti. Ed ecco fatto! Il vostro albero è pronto e in forma perfetta.

 

6.) Quali attrezzi utilizzare per la potatura

Qui possiamo sicuramente esservi di grande aiuto! Da diversi anni, Pellenc si occupa dell’ottimizzazione della potatura di vigne e alberi da frutto. Potatoi come Vinion e Prunion di Pellenc uniscono le funzionalità di una forbice da potatura a quelle di una sega, in un unico attrezzo ergonomico, maneggevole e altamente preciso, riuscendo a soddisfare le più alte esigenze. Venite da noi in negozio a vederle con i vostri occhi!

Naturalmente siamo a vostra disposizione anche per una competenza specializzata sulla potatura. Vi aspettiamo!