Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Continuando ad utilizzare il sito acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi

6 caratteristiche per definire la qualità dei pellet

6 caratteristiche per definire la qualità dei pellet

I combustibili naturali sono sempre più apprezzati. Per questo motivo nel corso degli ultimi anni combustibili come pellet, bricchette e legna da ardere sono diventati sempre più popolari. Con la richiesta in crescita si è ampliata l’offerta di questi prodotti, il che rende sempre più difficile distinguere pellet e bricchette di alta qualità da materiale combustibile convenzionale.  

Ma quali caratteristiche ci aiutano a riconoscere la qualità dei pellet? 

1) Superficie

Se i pellet hanno una superificie liscia e luccicante senza crepe significa che la loro lavorazione è stata esguita con cura. Il processo di pellettazione si svolge ad alte temperature, che provocano la diffusione di lignina nel legno, ossia delle sostanze solide immagazzinate nella parete cellulare della pianta, che provocano la lignificazione della cellula e la compattezza del tessuto vegetale. In questo modo, le fibre di legno nei pellet vengono compattate tra loro e questo rende i pellet più compatti e resistenti.

2) Compattezza

Come già detto, la compattezza dei pellet è una caratteristica importante ai fini della determinazione della loro qualità. Attraverso la compattezza, infatti, si sviluppa solo una piccola quantità di polvere, il che aumenta la sicurezza di utilizzo dell’impianto di riscaldamento. La compattezza dei pellet garantisce inoltre un peso specifico dei pellet stessi, un presupposto importante per una combustione pulita ed effettiva. Come facciamo però a capire se i pellet sono compatti abbastanza? Attraverso l'abrasione, ossia la verifica della massa vuota dei pellet in caso di un determinato carico: nei pellet di alta qualità, l'abrasione non supera il 2,3%.

3) Diametro

Esistono pellet di diversi spessori. I più diffusi sono i pellet con un diametro dai 6 agli 8 mm, a volte si trovano anche pellet con un diametro di 4,5 mm e di 10 mm. Poiché la grandezza dei pellet ne determina la velocità di combustione, la decisione di acquisto dipende dal rispettivo utilizzo. Per una sicurezza di utilizzo massimale, unita ad un’efficacia di riscaldamento ottimale, i pellet più utilizzati sono quelli con un diametro di 6 mm.

4) Lunghezza

Anche la lunghezza dei pellet può giocare un ruolo, se essi vengono trasportati dal deposito nella caldaia attraverso un sistema di aspirazione. Per un trasporto privo di difficoltà, in questo caso i pellet non dovrebbero essere più lunghi di 45 mm, poiché il diametro della pompa aspirante è di 50 mm.

5) Odore

Anche l’odore dei pellet può avere un significato per determinarne la qualità, anche se solo marginalmente. Non è molto facile definire l’odore dei pellet, questo richiede alcuna esperienza. Durante la pellettatura, lo scarico di lignina può fare sviluppare un odore leggermente dolce, che ricorda l’odore della colla. In questo caso, i pellet sono di una qualità particolarmente alta. 

6) Colore

Anche il colore dei pellet ci può rivelare qualcosa sulla qualità delle materie prime e della lavorazione, anche se solo marginalmente. Una colorazione grigiastra dei pellet, per esempio, può essere un segno per una qualità più scarsa e indicarci una conservazione troppo lunga dei trucioli di legno. Tuttavia per la colorazione grigiastra possono esserci anche altre ragioni (per es. legno di origine dei pellet, lavorazione, ecc.), che non hanno niente a che fare con la qualità dei pellet.


Da Inderst trovate solo pellet di alta qualità per riascaldare con efficienza e sostenibilità la vostra abitazione. Inoltre, abbiamo per voi anche un’ampia scelta di bricchette e legna da ardere per la vostra stufa a pellet. Venite a trovarci e scoprite i nostri prodotti!